a nord consorzio cisticercosi americano

Utenti

Riferimenti

Il Consorzio Cisticercosi nordamericana è stata costituita nel 2009 per promuovere la collaborazione e la condivisione delle risorse nello studio di neurocisticercosi tra clinici e ricercatori in Nord America.

Neurocysticercosis, l’infezione con lo stadio larvale della tenia solium Taenia intestinale, è prevalente in molte aree del mondo in cui la raccolta di maiale è comune. E ‘la causa più comune di attacchi epilettici adulti acquisite nelle regioni endemiche ed è responsabile di circa un terzo di tutti i casi di crisi epilettiche e l’epilessia in tutto il mondo. Queste sono dovute alla degenerazione cisti o calcificazioni vitali con e senza edema perilesionale. cisti normale o anomalo proliferanti che lodge nelle spazio subaracnoideo o ventricoli è la forma più grave della malattia e spesso si traduce in idrocefalo, infarti, e gli effetti di massa.

Informazioni aggiuntive

Le persone diventano infettati in seguito all’ingestione accidentale di ovuli rilasciato da una tenia intestinale-dimora infettiva, che a loro volta sviluppano dopo l’ingestione di carne di maiale contenente cisti vitali. Si stima che circa 1.500 casi di neurocysticercosis sono diagnosticati ogni anno negli Stati Uniti. Come il ciclo di vita non è presente negli Stati Uniti, la maggior parte le persone infette sono immigrati, soprattutto dal Centro e Sud America, e in misura minore, da Haiti, India e Corea.

Cisticercosi rivaleggia con la malaria come l’infezione patologica più comune visto negli Stati Uniti, ma poche risorse sono state dedicate al suo studio e il trattamento. Anche nelle regioni in cui un numero relativamente alto di pazienti sono visti, con poche eccezioni non clinica o di una persona è dedicato alla loro cura. Questo porta non solo alla scarsa cura e follow-up, ma anche per la mancanza di esperienza e studi randomizzati per capire come trattare e la cura per questi pazienti.

Il Consorzio Cisticercosi del Nord America è un gruppo di lavoro di medici e scienziati interessati a promuovere lo studio e il trattamento razionale delle neurocisticercosi in Nord America. La creazione di questo consorzio è supportato da theernment Ufficio di malattie rare e theernment, con un obiettivo primario di determinare la fattibilità di condurre di collaborazione, studi multicentrici di neurocysticercosis e mettere in comune l’esperienza dei professionisti in Nord America che sono coinvolti nella gestione di questo malattia.

I membri di questo consorzio sono un gruppo selezionato di medici di malattie infettive, neurologi e scienziati che hanno un forte interesse per neurocisticercosi. gli interessi e le competenze dei partecipanti attirano una vasta gamma di pazienti con malattia complessa e difficile da trattare, che consiste principalmente di neurocisticercosi subaracnoidea. Questo non è solo la manifestazione più grave e morbosa, ma è anche la forma di malattia che è meno studiato. Non ci sono studi randomizzati di trattamento, e non è chiaro come trattamenti in pochi hanno riportato serie di cisticercosi subaracnoidea si applicano alla maggior parte dei pazienti. C’è stato un accordo generale che lo studio di malattie subaracnoidea vale la pena e ha il potenziale per produrre nuove informazioni. I ricercatori hanno avviato una revisione retrospettiva di malattia subaracnoidea e studi correlati.

Ci sono una serie di vantaggi per studiare neurocysticercosis in Nord America. Innanzitutto, consente l’applicazione di sofisticate di imaging e test ad una terza malattia mondo. In secondo luogo, vi è poca o nessuna trasmissione, che elimina la possibilità di reinfezione. In terzo luogo, i pazienti possono essere seguiti per lunghi periodi di tempo, in particolare se medicalmente necessaria. Infine, la messa in comune delle risorse e dei pazienti permette una grande esperienza raccolta e le successive comparazioni robusti e analisi. Una cura per i pazienti del gruppo abbastanza in grado di sviluppare protocolli comuni, utilizzare le risorse comuni e test, e fare domanda per borse di studio e sostegno.

Theodore E. Nash, M.D .; Capo, gastrointestinale parassiti sezione; Laboratorio di Malattie parassitarie; Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive; verno; Edificio 4, Camera 126; 4 Center Drive; Bethesda, MD 20892; E-mail: tnash @ theernmenternment; Telefono: 301-496-6920

Siddhartha Mahanty, M.D .; Il personale medico, Helminth Immunologia sezione; Laboratorio di Malattie parassitarie; Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive; verno; Edificio 4, Camera 426; 4 Center Drive; Bethesda, MD 20892; E-mail: smahanty @ theernmenternment; Telefono: 301-496-5398

Elizabeth S. Higgs, M.D., M.i.a., D.T.M. & H .; Vice, Collaborative Clinical Research Branch; Divisione di Ricerca Clinica; Istituto Nazionale di allergie e malattie infettive; verno; 5601 pescatori Lane, Camera 4D58; Rockville, MD 20892-9820; E-mail: ehiggs @ theernmenternment; Telefono: 301-402-8372

Christina Coyle, M.D .; Albert Einstein College of Medicine; 1600 Morris Park Avenue; Bronx, NY 10461; E-mail: christina.coyle@einstein.yu.edu; Telefono: 718-918-4456

Mitchell T. Wallin, M.D., M.P.H .; Clinical Associate Director, VA MS Center of Excellence-Est; Professore Associato, Neurologia; Georgetown University e Università del Maryland; E-mail: mitchell.wallin@va; Telefono: 202-745-8148; Fax: 202-745-8231

Paul M. Southern Jr., M.D., D.T.M. & H .; Professore, Patologia e Medicina Interna; Microbiologia Clinica, Malattie Infettive, Medicina tropicale; University of Texas Southwestern Medical Center a Dallas; Dallas, TX 75390-9073; E-mail: paul.southern@utsouthwestern.edu; Telefono: 214-648-3587

Joseph R. Zunt, M.D., M.P.H .; Professore Associato di Neurologia e salute globale; Professore associato di Medicina (Malattie Infettive) e Epidemiologia; Dipartimenti di Neurologia e la salute globale; University of Washington, Seattle; E-mail: jzunt@u.washington.edu; Telefono: 206-744-3251

Seth O’Neal, M.D., M.P.H .; Dipartimento di Sanità Pubblica e Medicina Preventiva; Oregon Health & Università Sciences; 3181 SW Sam Jackson Park Road, CSB 669; Portland, OR 97239; E-mail: oneals@ohsu.edu; Telefono: 503-494-0300

Jose Serpa-Alvarez, M.D .; Sezione di Malattie Infettive; Dipartimento di Medicina, BCM 286, Sala N1319; Baylor College of Medicine; Un Baylor Plaza; Houston, TX 77030; E-mail: jaserpaa@bcm.edu; Telefono: 713-798-4211

A. Clinton Bianco, M.D .; Divisione Malattie Infettive; Dipartimento di Medicina Interna; University of Texas Medical Branch; 301 University Boulevard Strada 0435; Galveston, TX 77555; E-mail: acwhite@utmb.edu; Telefono: 409-747-1910

Anne McCarthy, M.D .; Dipartimento di Medicina; Ottawa General Hospital; 501 Smyth Road; Ottawa, Ontario K1H 8L6; Canada

Patricia Wilkins, Ph.D .; Malattie parassitarie succursale; Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie; CLFT Edificio 23, Sala 9-161 MS D64; Atlanta, GA 30333; E-mail: pwilkins @; Telefono: 404-718-4101

Proaño JV, Torres-Corzo J, Rodríguez-Della Vecchia R, Guizar-Sahagun G, Rangel-Castilla L. intraventricolare e subaracnoidea cisterne basali neurocysticercosis: uno studio comparativo tra il trattamento tradizionale contro la chirurgia neuroendoscopic. Childs Nerv Syst 2009 Nov; 25 (11): 1467-1475.

CA bianco Jr. Nuovi sviluppi nella gestione della neurocisticercosi. J Infect Dis 2009 Maggio 1; 199 (9): 1261-2.

Rangel-Castilla L, Serpa JA, Gopinath SP, Graviss EA, Diaz-Marchan P, approcci neurochirurgici CA bianco Jr. contemporanei per neurocysticercosis. Am J Trop Med Hyg 2009 Mar; 80 (3): 373-8.

Garcia HH. farmaci antiparassitari in neurocysticercosis: albendazolo o praziquantel? Expert Rev Anti Infect Ther 2008 Giugno; 6 (3): 295-8.

Marin B, Preux PM. edema cerebrale perilesionale in neurocisticercosi calcifica: un obiettivo per evitare il sequestro ripetersi? Lancet Neurol 2008 Dec; 7 (12): 1075-6.

García HH, González AE, Del Brutto OH, Tsang VC, Llanos-Zavalaga F, G Gonzalvez, Romero J, Gilman RH .; Gruppo Cisticercosi di lavoro in Perù. Strategie per l’eliminazione di taeniasis / cisticercosi. J Neurol Sci 2007 15 novembre; 262 (1-2): 153-7.

Nash TE, Singh G, CA bianco, Rajshekhar V, Loeb JA, Proaño JV, Takayanagui OM, Gonzalez AE, Butman JA, Degiorgio C, Del Brutto OH, Delgado-Escueta A, Evans CA, Gilman RH, Martinez SM, Medina MT , Pretell EJ, Teale J, Garcia HH. Trattamento di neurocisticercosi: stato attuale e future esigenze di ricerca. Neurology 2006 10 ottobre; 67 (7): 1120-7.

Del Brutto OH, Roos KL, Coffey CS, García HH. La meta-analisi: farmaci Cysticidal per neurocysticercosis: albendazolo e praziquantel. Ann Intern Med 2006 4 luglio; 145 (1): 43-51.

Garcia HH, Pretell EJ, Gilman RH, Martinez SM, Moulton LH, Del Brutto OH, Herrera G, Evans CA, Gonzalez AE; Gruppo Cisticercosi di lavoro in Perù. Una prova di trattamento antiparassitario per ridurre il tasso di convulsioni a causa di cisticercosi cerebrale. N Engl J Med 2004 15 gennaio; 350 (3): 249-58.

García HH, Evans CA, Nash TE, Takayanagui OM, CA bianco Jr, Botero D, Rajshekhar V, Tsang VC, Schantz PM, Allan JC, Flisser A, Correa D, Sarti E, Friedland JS, Martinez SM, Gonzalez AE, Gilman RH, Del Brutto OH. le linee guida terapeutiche attuali per il trattamento di neurocysticercosis. Clin Microbiol Rev 2002 Ottobre; 15 (4): 747-56.

Pretell EJ, García HH, Gilman RH, Saavedra H, M Martinez; Gruppo Cisticercosi di lavoro in Perù. Fallimento del trattamento praziquantel di un giorno in pazienti con lesioni multiple neurocysticercosis. Clin Neurol Neurosurg 2001 Ottobre; 103 (3): 175-7.

Proaño JV, Madrazo I, Avelar F, López-Félix B, Díaz G, trattamento Grijalva I. medico per neurocysticercosis caratterizzata da giganti cisti subaracnoidea. N Engl J Med 2001 20 settembre; 345 (12): 879-85.

Garcia HH, Parkhouse RM, Gilman RH, Montenegro T, T Bernal, Martinez SM, Gonzalez AE, Tsang VC, Harrison LJ; Gruppo Cisticercosi di lavoro in Perù. rilevamento Serum antigeni nella diagnosi, il trattamento e il follow-up dei pazienti neurocisticercosi. Trans R Soc Trop Med Hyg 2000 Nov-Dec; 94 (6): 673-6.

Garcia HH, Gilman RH, Horton J, Martinez M, Herrera G, J Altamirano, Cuba JM, Rios-Saavedra N, Verastegui M, Boero J, Gonzalez AE. La terapia Albendazole per neurocysticercosis: uno studio prospettico in doppio cieco a confronto 7 contro 14 giorni di trattamento. Gruppo Cisticercosi di lavoro in Perù. Neurology 1997 Maggio; 48 (5): 1421-7.